Presentato lo stabilimento di produzione all’avanguardia che si fonda sulle ultime tecnologie disponibili, attenzione per l’ambiente e personale altamente formato.

Sostenibilità e protezione dell’ambiente, tecnologie moderne e spazi pensati per soddisfare la crescente domanda in futuro – il nuovo centro europeo di stampa 3D di Protolabs a Putzbrunn, vicino a Monaco, ha tutti questi vantaggi. Dopo un anno e mezzo di costruzione, ampi preparativi, lavori di pianificazione, ed il trasferimento di tutti i macchinari e le attrezzature, il nuovo centro di competenza è stato inaugurato oggi. Con l’investimento nella nuova sede, il fornitore di servizi leader nel campo dei prototipi e delle piccole serie aumenterà la sua capacità produttiva del 60 per cento. Protolabs si aspetta anche un tasso di crescita medio annuo del 20%.

Investimento nella stampa 3D per rafforzare il futuro della produzione

L’investimento complessivo per lo stabilimento di 6.500 metri quadrati ammonta a circa 13,5 milioni di euro. Ulteriori 2,5 milioni di euro sono stati investiti in attrezzature supplementari e per espansione dell’offerta di servizi di post produzione. Di conseguenza, l’azienda non sta solo ampliando le sue precedenti aree dedicate alla produzione: un edificio moderno e che ospita le ultime tecnologie, nonché nuove attrezzature e macchinari mettono le basi per il futuro della stampa 3D e i servizi ad essa connessi.

Nella nuova sede, Protolabs lavora con più di 60 stampanti basate su vari processi produttivi come DMLS, Multi Jet Fusion, Stereolitografia e Selective Laser Sintering, tra gli altri. Con la nuova sede, che ha un’area significativamente più grande rispetto alle filiali precedenti, Protolabs risponde all’enorme richiesta della produzione additiva per numerosi settori, tra cui l’industria automobilistica, il settore medicale, l’aerospaziale e l’ingegneria meccanica e impiantistica.

“Siamo molto entusiasti dell’apertura del nostro nuovo centro europeo di stampa 3D a Putzbrunn, vicino a Monaco”, spiega Daniel Cohn, amministratore delegato di Protolabs in Germania. “Con il nuovo impianto di produzione, Protolabs espande la sua capacità, consentendo un ulteriore sviluppo delle tecnologie all’avanguardia nella stampa 3D. Questo ci permetterà di offrire ai nostri clienti una gamma di servizi ancora migliore e di mantenere ancora di più la nostra promessa di consegnare prototipi e piccoli lotti di ottima qualità in pochi giorni”.

Protolabs rafforza l’economia europea

Grazie alla sua posizione centrale vicino a Monaco, il nuovo impianto di produzione di Protolabs permetterà all’industria europea di beneficiare di tempi di consegna e distanze minori con un impatto positivo sull’impronta di carbonio; i clienti italiani saranno i principali beneficiari della scelta, ottenendo tempi di consegna ancora inferiori.

“Era già scontato per noi concentrarci sull’inclusione e la diversità come parte della pianificazione iniziale”, continua Daniel Cohn. “Sono personalmente contento che i dipendenti di 12 nazioni possano trovare a Putzbrunn un posto di lavoro sano e moderno. Era anche chiaro per noi che il nuovo edificio doveva essere completamente privo di barriere. La nostra strategia aziendale si basa sulla salute e il benessere dei nostri dipendenti. Ecco perché faremo del nostro meglio anche in futuro per fornire un’alta formazione al nostro personale, per estendere le competenze e garantire il posto di lavoro nel lungo periodo.

Centro di stampa 3D a basso impatto ambientale – certificato secondo lo standard ISO14001

Oltre all’attenzione per i dipendenti, lo sviluppo sostenibile è anche essenziale per Protolabs. Per questo motivo, l’attenzione nella progettazione e nella costruzione dell’edificio si è concentrata su concetti e tecnologie sostenibili. Con standard energetici all’avanguardia e una strategia ambientale dettagliata, l’apertura del nuovo sito di Protolabs ha creato possibilità di produzione orientate al futuro per risparmiare risorse e ridurre l’impronta di carbonio. L’ottenimento della certificazione ISO14001 dimostra questa attenzione alla sostenibilità in tutte le aree.

Questo è evidente già nel consumo di energia completamente ridotto: sono state previste tecnologie per il recupero e l’utilizzo del calore residuo, connesse ad un sistema intelligente all’avanguardia nella gestione dell’energia e delle risorse. Il nuovo sito prevede un parcheggio multipiano che include strutture di ricarica per veicoli elettrici e ibridi che attingono ad un mix di elettricità verde. L’inquinamento acustico dell’edificio è stato abbattuto grazie ai moderni filtri e silenziatori, in grado di mantenere le emissioni di rumore al di sotto dei 26 decibel – in linea con i rumori presenti nell’ambiente circostante.

“L’apertura del centro di competenza dipinge la nostra strategia aziendale a lungo termine, che si concentra su tecnologie promettenti, aspetti ecologici e dipendenti altamente formati”, chiosa Cohn. “In questo modo, vogliamo adempiere alla nostra responsabilità sociale così come alla nostra promessa di offrire ai nostri clienti un servizio eccellente attraverso la produzione digitale. Permetterà ai nostri partner di ottenere un time-to-market più veloce, costi di produzione ridotti e una catena di approvvigionamento flessibile per tutto il ciclo di vita del prodotto. Non vediamo l’ora di aprire il prossimo capitolo della nostra storia con l’apertura del nostro centro di stampa 3D”.

Ti è piaciuto questo articolo?

0 voti
Mi è piaciuto Non mi è piaciuto

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%